Amministrazione Condominiale Pubblicato il

LA GENTILEZZA COME CAPOSALDO DEL SUCCESSO

Oggi sembra che ESSERE gentili sia diventato quasi sinonimo di essere poco scaltri e poco attenti alle opportunità di business, quando – in realtà – ESSERE GENTILI è la strada che ci riconduce alla nostra umanità e, di conseguenza, al naturale successo.

Essere gentili nei rapporti di lavoro equivale ad ESSERE gentili con se stessi e a “fare da specchio” con chiunque ci si trovi di fronte.

Rispettare l’etica nel business e nei rapporti di lavoro garantisce relazioni sane, corrette e trasparenti con tutte le figure con cui, quotidianamente, ci troviamo a contatto: dai collaboratori ai colleghi, dai clienti ai fornitori. Di contro, una scarsa attenzione all’etica sarà, prima o dopo, un boomerang pronto a ritornare al mittente.

D. Rampado

Sottolineo ed evidenzio virtualmente – con un giallo quasi accecante per la sua luminosità – la parola ESSERE!

Occorre ESSERE autenticamente GENTILI per raggiungere il SUCCESSO a lunga scadenza, e non invece “fare i gentili” che forse porta al successo, sì, ma un successo di breve durata (il famoso BOOMERANG che torna al mittente!). Marco Aurelio aveva compreso l’importanza della gentilezza come principio guida nella vita; addirittura per l’imperatore e filosofo essa rappresentava a tutti gli effetti una potente arma contro la gente cattiva! (Wooowww!) ESSERE gentili è la strada che ci riconduce alla nostra umanità e, di conseguenza, al NATURALE SUCCESSO.

Autentica GENTILEZZA a Tutti